Rap, tra assenteismo e contagi: il dg Li Causi minaccia provvedimenti disciplinari

La Rap di Palermo vive uno dei momenti più difficili di sempre. Dopo la positività al Covid riscontrata in 29 dipendenti è ulteriormente aumentata la percentuale dei lavoratori che per un motivo o per l’altro non sono entrati in servizio negli ultimi giorni. Praticamente la Rap ha l’organico dimezzato.

E l’emergenza rifiuti è sempre più pressante, come testimoniano le documentazioni fotografiche di centinaia di cittadini in ogni quartiere della città. Un continuo cumulo di immondizia maleodorante, da nord a sud, da est a ovest della città, centro storico incluso.

E nelle scorse ore il direttore generale dell’azienda Li Causi ha inviato una lettera al personale piuttosto severo: da un lato si adombra l’ipotesi che qualcuno stia approfittando della situazione di emergenza per assentarsi dal lavoro e dall’altro si minacciano provvedimenti disciplinari qualora dovessero proseguire gli atteggiamenti pretestuosi o ostruzionistici.

Li Causi chiede ai dipendenti la massima collaborazione e fa appello al senso di responsabilità nei confronti dei cittadini per scongiurare una nuova emergenza igienico sanitaria.

TERREMOTO NEL TRAPANESE, MAGNITUDO 3.5

MALTEMPO A CATANIA, DISAGI PER I CITTADINI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI