Recuperato anche il corpo del secondo sub morto mercoledì a Isola delle Femmine

E’ stato ritrovato il corpo di Giuseppe Migliore, il sub di 58 anni disperso a una profondità di circa 80 metri nelle acque di Isola delle Femmine. Lo ha individuato nel fondale il robottino utilizzato per le ricerche. A quel punto sono scattate le operazioni necessarie al recupero del corpo che è stato riportato in superficie nel primo pomeriggio.

Il corpo di Giuseppe Migliore è stato trovato a circa 15 metri dal relitto dell’imbarcazione “Loreto” affondata” nella seconda guerra mondiale che il sub voleva perlustrare mercoledì scorso insieme all’amico Antonio Aloiso, anche lui morto nell’immersione. Il corpo di Migliore è stato trovato con le bombole in spalla e questo consentirà di verificare se c’è stato qualche problema con l’attrezzatura. Già sono stati sottoposti a sequestro sia il gommone utilizzato per giungere sul luogo dell’immersione sia la strumentazione con la quale sono state caricate le bombole dei due sub. Le bombole di Aloisio erano state, invece, sganciate e abbandonate in mare.

Anche il corpo di Migliore sarà sottoposto ad autopsia all’istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo. I pm avevano già disposto l’autopsia sul cadavere di Antonio Aloisio, il bancario di 56 anni che ha partecipato all’immersione insieme a Migliore.

Secondo i primi accertamenti, i due sono arrivati ad una profondità di 86 metri, ma al momento non si può verificare se vi sia stato un problema alle bombole e alle miscele utilizzate visto che l’attrezzatura utilizzata da Aloisio, di 56 anni è stata abbandonata in mare. Un’ispezione verrà invece fatta sulle bombole recuperate insieme al corpo di Migliore.

Alla missione aveva partecipato anche una terza persona, Giovanni Cangialosi, istruttore di su, che era rimasta sul gommone e che quando ha percepito la tragedia ha subito messo in moto la macchina dei soccorsi. Ma per i due amici purtroppo non c’era più nulla da fare.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI