Reddito di cittadinanza, 18 denunciati: tra loro anche membri di cosche mafiose

Sono complessivamente 18 le persone denunciate a Catania dalla Guardia di finanza in quanto accusate di percepire indebitamente il reddito di cittadinanza: tra di esse figurano condannati per gravi reati ai quali è precluso l’accesso al sostegno economico. Tra i denunciati anche membri di alcune cosche mafiose locali, tra cui il clan Cappello.

Secondo quanto accertato, pur non avendo titolo, gli indagati hanno percepito complessivamente oltre 240.000 euro. Tra i denunciati una persona che, pur affermando di versare in una condizione di bisogno, aveva acquistato una moto di grossa cilindrata ed un giocatore d’azzardo che aveva conseguito grosse vincite.

Gli indagati (denunciati a piede libero) sono stati anche segnalati all’Inps per la sospensione immediata dell’erogazione ed il recupero delle somme percepite indebitamente.

CORONAVIRUS, VITTORIA “ZONA ROSSA”? PER ORA NO

CORONAVIRUS, I DATI DELLA SICILIA DEL 22 OTTOBRE

CORONAVIRUS, TORRETTA DICHIARATA “ZONA ROSSA”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI