Regionali, Barbagallo (PD): “Campo largo? Siamo l’alternativa a Musumeci”

Il segretario regionale del Pd in Sicilia, Anthony Barbagallo, è stato intervistato per ‘La Sicilia’ e ha fatto il punto della situazione dopo le primarie del centrosinistra e in vista delle elezioni regionali.

“Il campo in Sicilia c’è nei fatti. Non lo vogliamo chiamare progressista, né largo? Allora chiamiamolo col suo vero nome: il campo dell’alternativa a Musumeci, al disastro del suo governo, all’arroganza, alle clientele nella sanità e alle lottizzazioni di ogni spazio di potere”, afferma.

“Il Pd è un partito serio. Noi, con le primarie in Sicilia – contrinua il segretario Dem – abbiamo preso un impegno. E non è che si sono fatte perché una mattina il segretario Barbagallo s’è svegliato e ha deciso così. Abbiamo tenuto le direzioni regionali a porte aperte, davanti ai giornalisti. C’è stata una trasparenza mai vista. Ma c’è stato soprattutto un percorso, in questi cinque anni, di condivisione di idee e di iniziative sui banchi dell’Ars come opposizione compatta che Musumeci ha provato a silenziare”.

“Il confronto e l’apertura sono auspicabili rispetto a tutti gli interlocutori affidabili, che parlano la nostra stessa lingua sui temi più importanti per la Sicilia.Tanto più che alcuni di loro, a livello nazionale e regionale, condividono un pezzo di nostra storia. Penso a Renzi e Faraone, Calenda e Ferrandelli: sono stati tutti candidati nel Pd…”.

REGIONALI, CHINNICI (PD): “CREDO ANCORA NEL CAMPO LARGO, IN UN PROGETTO INCLUSIVO”

MUSUMECI: “ANTICIPARE LA DATA DELLE REGIONALI? DECIDERÒ DOPO AVER ASCOLTATO LA COALIZIONE”

LA CHINNICI VINCE LE PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA: AL VOTO OLTRE 30.000 SICILIANI

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI