Regionali, Di Paola (M5S): “Schifani e Chinnici rifiutano i confronti, era prevedibile”

“Sono giorni che ci arrivano notizie che gli onorevoli Schifani e Chinnici rifiutano di dare l’ok a confronti con altri candidati. La cosa non ci meraviglia per nulla. Era prevedibile che cercassero di scappare da domande scomode. Mancano dalla Sicilia da tempo e non conoscono quasi più nulla della terra che dovrebbero governare. Un ulteriore motivo per ripiegare sul voto utile: che senza dubbio è quello per noi”.

Lo afferma Nuccio Di Paola, candidato alla presidenza della Regione per il M5S. “Per carità confermo il giudizio e l’impressione nettamente positivi su Caterina Chinnici. Già durante il percorso fatto assieme avevamo avuto però l’impressione che sui temi fondamentali per la Sicilia fosse piuttosto digiuna”.

“Su Schifani non mi pronuncio. La sua agenda sarà dettata dalla pletora di partiti che lo accompagnano e non certo dagli interessi dei siciliani, a cui parla di ponte e termovalorizzatori quando il problema principale per molti di loro sarà pagare le maxibollette in arrivo, sbarcare il lunario e prenotare una visita specialistica senza dover aspettare mesi”.

“Il centro destra intanto ha presentato il suo biglietto da visita a Palermo: mentre arrivano le maxi bollette sull’energia, ha aumentato la tassa sull’immondizia”, conclude.

PALERMO, INCENDIO IN UNA PALESTRA IN PIAZZA POLITEAMA: IL FUOCO RAGGIUNGE IL MCDONALD’S

COVID IN SICILIA, IN CALO CONTAGI E OSPEDALIZZAZIONI: TUTTI I DATI DEL BOLLETTINO SETTIMANALE

REGIONE, IL PRESIDENTE DIFFIDA I DIRIGENTI GENERALI: BLOCCANO LA SPESA PER LE IMPRESE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI