Regione, in arrivo i contributi post alluvione. Musumeci: “Confidiamo nei fondi Ue”

La Protezione civile regionale ha pubblicato la direttiva che stabilisce i criteri per l’assegnazione delle risorse e la relativa modulistica per richiedere l’erogazione dei contributi per i nuclei familiari la cui abitazione è stata compromessa e per i danni subiti dalle attività economiche e produttive a seguito delle alluvioni, frane ed esondazioni verificatesi tra ottobre e novembre 2018 (provocando 13 vittime e coinvolgendo in varia misura circa un milione 800 mila abitanti sull’Isola).

Le richieste dovranno essere avanzate ai rispettivi Comuni entro 30 giorni e le somme verranno prelevate dal budget stanziato dalla Protezione civile e che ammonta a circa sei milioni e mezzo. Per i danni subiti dalle abitazioni si potrà accedere a un massimo di cinquemila euro, mentre alle aziende potrà essere erogata un contributo di massimo  ventimila euro.

La speranza della Regione Sicilia, come sottolineato dal Presidente Nello Musumeci, è anche quella di accedere ai fondi Ue: “Adesso abbiamo una fotografia nitida del fabbisogno economico destinato a ripristinare condizioni di sicurezza e di normalità in ogni zona colpita. L‘auspicio è che almeno un terzo di queste risorse ci possa essere riconosciuto da Bruxelles, a cui abbiamo inoltrato immediatamente un dettagliato rapporto con l’obiettivo di accedere, per la prima volta, al Fondo di solidarietà dell’Unione europea. Un’attenzione che crediamo di meritare alla luce degli eventi meteorologici davvero straordinari che hanno letteralmente sconvolto l’Isola in tutta la sua interezza”.

Il Dipartimento della Protezione civile regionale, guidato da Calogero Foti, nella qualità di commissario del Governo nazionale, ha definito il Piano degli interventi, eseguendo una ricognizione delle somme già spese – circa sette milioni di euro – e quantificando in 680 milioni di euro quelle necessarie per ridurre il rischio residuo e intervenire su strutture pubbliche e private.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI