Rendiconto Regione, sospeso il giudizio di parificazione: 866 i milioni contestati

Il pronunciamento dei giudici risulta più pesante rispetto alla richiesta effettuata. Sono 866 i milioni contestati dalla sezione riunite della Corte dei Conti, che ha sospeso il giudizio di parificazione del rendiconto della Regione per il 2020.

Sono numerose le irregolarità contestate nel conto economico e in quello patrimoniale. Marco Falcone, assessore all’Economia, dice: “Tratteremo subito col Governo Meloni, basta una norma interpretativa che dia ragione alla Regione siciliana e che faccia decadere il motivo del contendere”.

Per i giudici la Regione aveva l’obbligo di spalmare il disavanzo in tre anni e non in dieci: serviva una legge e il provvedimento è stato fatto prima che fosse approvato il decreto legislativo. Ora la parola alla Corte Costituzionale.

OPEN ARMS, SALVINI: “I NUOVI DATI POSSONO RISCRIVERE UN PROCESSO IN CUI RISCHIO FINO A 15 ANNI”

IL NATALE 2022 DIVENTA PIÙ CARO: AUMENTI FINO AL 40%. CODACONS: “FESTA ALL’INSEGNA DEI RINCARI”

POS, CONTE (M5S): “GRAVE RESPONSABILITÀ DI GOVERNO E MEF, PAGHERANNO IN FUTURO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI