“Resto al Sud – Sicilia”, al via la presentazione delle istanze: c’è tempo fino al 31 maggio

Resto al Sud – Sicilia viene riproposto per l’anno 2022 e sarà possibile presentare le istanze fino al 31 maggio per ottenere il contributo regionale, sotto forma di credito d’imposta riservato ai soggetti beneficiari della misura agevolativa “RESTO AL SUD”.

Per favorire la ripresa economica e sostenere le start-up siciliane, messe in difficoltà dalla pandemia da COVID-19, la Regione Siciliana mira ad accrescere l’efficacia, sul territorio regionale della misura agevolativa “Resto al Sud”, dando la possibilità a chi ha scelto di avviare la propria attività imprenditoriale in Sicilia di avere uno strumento finanziario rafforzato con il quale sostenere il proprio sviluppo e contrastare l’emigrazione di giovani professionalità, specie in questo periodo di grave crisi economica.

Le istanze dovranno essere compilate sulla piattaforma dedicata con accesso tramite SPID al link https://restoalsud.regione.sicilia.it o successivamente trasmesse via PEC al Dipartimento Finanze e Credito, secondo le modalità illustrate nelle istruzioni per la compilazione. I fondi disponibili per l’anno 2022 ammontano a 2 milioni di euro.

“Per tre anni – spiega l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao – garantiamo l’esenzione fiscale dalle imposte di pertinenza regionale. A questo serve lo statuto speciale. È una grande opportunità per giovani e meno giovani che vogliono scommettere sulla propria regione e vogliono creare sviluppo in Sicilia”.

BANCAROTTA, INTERDIZIONE PER 6 MEMBRI DEL CDA DI UNA SOCIETÀ DI RIFIUTI NEL NISSENO

“ERA PROTETTO DA COSA NOSTRA”: CONFISCATI BENI PER 150 MILIONI DI EURO AL ‘RE’ DEI SUPERMERCATI

COVID IN SICILIA, IN CALO CONTAGI E OSPEDALIZZAZIONI: IL BOLLETTINO SETTIMANALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI