Riesi (Cl), picchiava i genitori per i soldi della droga: arrestato un giovane 20enne

Arrestato un giovane 20enne (S.S. le iniziali) dai carabinieri di Riesi con le accuse di estorsione e maltrattamenti in famiglia. Nello specifico il giovane – anche a causa dei problemi con la droga – mostrava un atteggiamento sempre più aggressivo nei confronti dei propri genitori, costretti ad andare a vivere da un parente.

Un’aggressività poi sfociata in violenza verbale e fisica per farsi dare i soldi necessari a comprare gli stupefacenti. Un clima di terrore e richieste di soldi sempre maggiori che hanno costretto i due genitori ad andare da carabinieri.

In quel frangente, hanno continuato a ricevere nel loro smartphone messaggi di minaccia e il figlio è andato a minacciare anche la sorella. A quel punto i carabinieri lo hanno arrestato e condotto in carcere.

PALERMO, L’ASSOCIAZIONE “50&PIÙ” PREMIA 32 NUOVI “MAESTRI DEL COMMERCIO”

MALTEMPO, FORTE VENTO A BAGHERIA: CADONO DUE GROSSI ALBERI, DANNEGGIATA UN’AUTO

MALTEMPO, EOLIE DI NUOVO ISOLATE: FRANE E ALBERI SPEZZATI A LIPARI E VULCANO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI