Rifiuti a Bellolampo, Orlando corre ai ripari: firmata una nuova ordinanza

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha firmato oggi pomeriggio un’ordinanza, con cui dispone il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti e garantire il corretto smaltimento degli stessi presso la discarica di Bellolampo, in deroga alle disposizioni del Testo Unico Ambiente per un periodo di sei mesi. Gli obiettivi sono l’eliminazione – anche parziale – delle attuali giacenze di rifiuti di sottovaglio presso la Piattaforma ed il ripristino del regolare funzionamento dell’impianto di TMB (trattamento meccanico biologico).

“La Rap, quale gestore della Piattaforma, – si legge in una nota – dovrà provvedere in via di urgenza e con garanzia dei presidi ambientali, al Deposito Preliminare (D15) presso la VI Vasca, nell’area individuata nella allegata planimetria, dei rifiuti di sottovaglio in atto giacenti presso il TMB e nell’area antistante l’impianto stesso, nelle quantità di mc 7.000 circa”. Il Dipartimento rifiuti ha autorizzato la Rap a stipare 25mila tonnellate di rifiuti nella sesta vasca di Bellolampo.

Il provvedimento tiene conto del parere fornito ieri da Arpa Sicilia e nelle more della individuazione di impianti di destinazione esterni al sito di Bellolampo o alla effettuazione di trattamento di stabilizzazione in loco.

Per il sindaco, “finalmente un importante segnale, anzi due importanti segnali di sintonia e capacità di lavoro comune fra le istituzioni, che speriamo siano il punto di inizio non solo per superare l’emergenza a Bellolampo, ma soprattutto per recuperare in tutta la città con un sistema a regime che sempre più si avvii verso la differenziata in modo significativo”.

“È stato un lavoro lungo e certosino – ha commentato l’assessore, Sergio Marino – che ha coinvolto gli uffici del Comune e della Regione, la RAP e l’ARPA perché finalmente si sbloccasse una situazione difficilissima che da Bellolampo ha rischiato di arrivare in città. Una situazione che ha inevitabilmente ingenerato tensione ma nella quale tutti hanno e abbiamo operato esclusivamente proprio per scongiurare un’emergenza igienico-sanitaria in città”.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 27 OTTOBRE 2020

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 27 OTTOBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI