Rifiuti a Palermo, inaugurato il sesto Centro Comunale di Raccolta a piazza John Lennon

Inaugurato questa mattina a Palermo il sesto Centro Comunale di Raccolta denominato “Lennon” poiché ubicato in prossimità di viale Regione Siciliana all’interno di uno spazio utilizzato a parcheggio pubblico servito dalle vie Antonio De Saliba e Giotto. L’Area individuata ricade in ottava circoscrizione e ha una estensione di 2.950 mq. Aprirà ufficialmente al pubblico lunedì 14 marzo.

A tagliare il nastro il Vicesindaco di Palermo Fabio Giambrone assieme all’Amministratore Unico di RAP, padrone di casa, Girolamo Caruso. Presenti diversi consiglieri comunali, presidenti di circoscrizione, rappresentanti delle istituzioni e professori universitari.

“Il sistema dei Centri Comunali di Raccolta è un punto nodale del nostro Piano Industriale recentemente approvato e inviato al Comune di Palermo ed ha lo scopo di favorire la partecipazione attiva e responsabile del cittadino verso la raccolta differenziata all’insegna del rispetto dell’ambiente”. Dichiara l’Amministratore Unico Girolamo Caruso.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha dichiarato: “La nascita di questo nuovo Centro comunale di Raccolta è un invito ai cittadini a compiere scelte responsabili e convenienti, che rappresentino l’amore nei confronti della nostra bellissima città che non può essere deturpata da rifiuti ingombranti e discariche a cielo aperto”.

Il vicesindaco Fabio Giambrone afferma che il centro di raccolta contribuirà “insieme agli altri CCR, a una più capillare diffusione nel territorio della raccolta differenziata a servizio di zone particolarmente sensibili, ancora oggi esposte a fenomeni incresciosi come l’abbandono illegale di ingombranti”.

ll CCR “Lennon” sarà aperto dal lunedì al sabato, tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 17. Eccetto festivi

CORTE DEI CONTI, PIÙ CONTROLLI IN OTTICA PNRR. LO PRESTI: “VERIFICHE PER LIMITARE GLI SPERPERI”

COVID, IL VIRUS HA RIALZATO LA TESTA MA I RICOVERI IN OSPEDALE SCENDONO: IL MONITORAGGIO ISS

USANO LA FIGLIA COME ‘MERCE DI SCAMBIO’ PER CIBO E SOLDI: TRE ARRESTI NEL CATANESE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI