Rifiuti, ancora disservizi per l’agitazione del personale Rap: stop a ritiro ingombranti

A Palermo continuano i disservizi dovuti allo stato d’agitazione dei lavoratori della Rap, che va avanti dal 26 gennaio. L’azienda, infatti, ha comunicato che fino a giorno 15 febbraio sarà sospeso il servizio di ritiro ingombranti a domicilio e sarà limitato il servizio di spazzamento, a eccezione del centro storico cittadino e dello svuotamento dei cestini gettacarte.

La decisione è stata presa per permettere alle maestranze di concentrarsi sulla raccolta indifferenziata per gli svuotamenti dei cassonetti, dove insistono maggiori criticità, e per eliminare eventuali accumuli di rifiuti. “Le azioni intraprese – spiega il presidente della Rap, Giuseppe Norata – servono a mitigare e limitare l’insorgenza di una emergenza igienico sanitaria aggravata dalla corrente crisi da Covid”.

La situazione, però, sembra lontana dal risolversi. Il sindaco, Leoluca Orlando, infatti, sabato doveva incontrare le organizzazioni sindacali ma la riunione è stata spostata. Nella nota, il primo cittadino sottolinea di essere in attesa di comunicazioni circa “l’evoluzione delle riunioni fra la Rap e le organizzazioni sindacali e ciò facendo seguito alle comunicazioni pervenute dall’azienda sui disservizi e sulla emergenza in atto”.

SICILIA E CALABRIA TORNANO ALLA CARICA PER IL PONTE SULLO STRETTO

OVER 80, COME PRENOTARE LA VACCINAZIONE – TUTORIAL

FINANZIARIA, TAGLI ANCHE ALLE PENSIONI DEI REGIONALI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI