rifiuti

Rifiuti conferiti fuori orario, raffica di multe a Palermo. Giambrone: “Tolleranza zero”

Il Comune vuole mantenere “il patto” sulla pulizia straordinaria nei quartieri e decide di usare il “pugno di ferro” nei confronti dei trasgressori con l’applicazione di sanzioni: solo ieri 20 multe.

Ieri le attività di spazzamento manuale, ritiro ingombranti e diserbo da parte di Rap e Reset sono iniziate nel quartiere Mezzomonreale Villa Tasca con tre giorni di lavoro programmato. L’iniziativa, annunciata dal sindaco Leoluca Orlando, è seguita in prima persona dal vicesindaco Fabio Giambrone che col comandante Gabriele Marchese ha disposto il dispiegamento degli agenti per compiere i controlli sul territorio.

Il personale del nucleo tutela, decoro vivibilità ed igiene urbana ha quindi avviato attività di monitoraggio a tutela delle attività di pulizia svolte dalle aziende; il bilancio finale è stato di 20 sanzioni da 166 euro ciascuna, per conferimento dei rifiuti fuori orario da parte di altrettanti cittadini. In corso Calatafimi è stato inoltre individuato un autocarro che trasportava rifiuti inerti senza il formulario di identificazione dei rifiuti,come previsto dalla normativa. Al conducente è stata comminata una sanzione di 3.100 euro.

Il piano di pulizia straordinaria sarà costantemente supportato dalla presenza della polizia municipale che con auto civette e personale in abiti civili interverrà al fine di non vanificare il prezioso lavoro svolto dalla maestranze di Rap e Reset. Da gennaio ad aprile, secondo quanto riferisce il Comune di Palermo, il bilancio dell’attività del nucleo è: raccolta differenziata, 502 accertamenti e 279 verbali; abbandono rifiuti, 289 accertamenti e 197 verbali di cui 13 da 333 euro e 184 da 166 euro; 9 verbali da 600 euro per grossi quantitativi di rifiuti abbandonati su suolo pubblico; 7 verbali da 516 euro per autocarri che trasportano rifiuti con formulario incompleto; 6 verbali da 3100 euro per autocarri che trasportano rifiuti senza il prescritto formulario; 2 aree poste sotto sequestro per discarica abusiva; 13 autocarri sequestrati per trasporto illecito di rifiuti.

“Abbiamo proposto ai cittadini un patto – afferma l’assessore Giambrone – e intendiamo onorare l’impegno preso. A coloro che il patto non rispetteranno e che pensano di poter continuare a sporcare la città riserveremo la classica “tolleranza zero”, applicando ogni volta il massimo delle sanzioni possibile”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI