Rifiuti, il presidente della Rap Norata: “Palermo più pulita entro l’8 dicembre ma…”

Giuseppe Norata, presidente della Rap, azienda che si occupa della raccolta e della gestione dei rifiuti in città, assicura che Palermo sarà più pulita entro il giorno dell’Immacolata, ma avverte tutti in vista del futuro.

“Stiamo facendo le umane e le divine cose per rendere la città più pulita e più decorosa in tempi ragionevoli – afferma – . Abbiamo messo tutte le forze in campo e mi auguro di poter rendere Palermo più pulita e libera dalla spazzatura già entro l’Immacolata. Ma diciamola tutta, al momento mettiamo la polvere sotto il tappeto“.

“A nostre spese, sotto la responsabilità mia, del direttore e del CdA continuiamo a portare rifiuti a Bellolampo – aggiunge -. Sappiamo dove sono le criticità, alcuni interventi sono stati già fatti e altri li faremo tra oggi (lunedì 30 novembre) e giovedì. In alcune zone gli operai devono arrivare con le pale per fare la raccolta, infatti abbiamo potenziato anche mezzi e attrezzature“.

Norata prova a spiegare come la Rap ha intenzione di agire: “Dove abbiamo già pulito, dobbiamo proseguire con l’ordinario, quindi passiamo per mantenere e garantire la pulizia, anche dove è stata bonificata da poco la postazione di raccolta. Purtroppo, l’unico sistema produttivo che non si può arrestare è quello dei rifiuti. Da giorni sento che qualcuno vuol buttare fumo negli occhi parlando di inceneritori, di termovalorizzatori, ciascuno dà una soluzione, senza pensare che dal 2016 si parla di settima vasca per la discarica di Bellolampo e siamo ancora in alto mare per la gara. Ci vogliono segnali da parte di tutti, dalla Regione Siciliana al comune di Palermo. Nel frattempo, pensiamo a lavorare”.

PALERMO, OPERAZIONE ANTIDROGA ALLO SPERONE

APPROVATO IL DECRETO RISTORI QUATER

COVID A PALERMO, PROSEGUONO I CONTROLLI SULLA MOVIDA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI