Rinnovo dei dirigenti regionali, Cisl FP: “Ora l’Aran giustifichi la sua esistenza e proceda”

“Ottenuta, grazie anche alle nostre sollecitazioni, la deliberazione favorevole della Giunta regionale sul rinnovo del contratto del personale dirigente della Regione Siciliana, i tempi, seppur stretti, sono ancora utili per non vanificare il lavoro svolto anche dalla Ragioneria generale e dal Dipartimento della Funzione Pubblica regionali per riparare finalmente a un’ingiustizia durata troppi anni, quasi 16″. A dirlo Paolo Montera, segretario generale della Cisl Fp Sicilia.

“L’Aran Sicilia, adesso, giustifichi la sua esistenza in vita lavorando speditamente, in maniera efficiente ed efficace, per giungere, attraverso tutti i passaggi necessari, alla firma definitiva del nuovo contratto di lavoro entro il 31 dicembre 2021. Un diritto acquisito e conquistato sul campo da una categoria di lavoratori che, sebbene siano rimasti gli unici in Italia a scontare ritardi tanto gravi sul rinnovo contrattuale, hanno sempre svolto il proprio ruolo con abnegazione e grande senso di responsabilità”.

“Per questo – conclude Montera – ci sentiamo di rasserenare il presidente della Regione, Nello Musumeci, e l’assessore alla Funzione Pubblica, Marco Zambuto, che per altro hanno e hanno sempre avuto, come tutti i governi precedenti, ogni strumento utile a verificare la produttività dei propri dipendenti, che la categoria affronterà le decisive sfide per il rilancio della nostra terra con grande impegno e dedizione, come hanno sempre fatto”.

GIANFRANCO MICCICHE’: “MUSUMECI SOMIGLIA AL PRIMO BERLUSCONI”

“GAETANO MICCICHE’ IN CAMPO”. INTESA SANPAOLO SMENTISCE (DI NUOVO)

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 18 DICEMBRE 2021

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI