Ritardi nella cassa integrazione, si dimette il dirigente generale Giovanni Vindigni

Il dirigente generale dell’assessorato regionale del Lavoro, Giovanni Vindigni, ha rassegnato le dimissioni dalla carica. È la prima conseguenza ufficiale del clamoroso ritardo degli uffici del Dipartimento Lavoro nel disbrigo delle pratiche sulla cassa integrazione da inviare all’Inps.

La decisione è arrivata dopo un colloquio riservato con il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che, d’intesa con l’assessore Antonio Scavone, le ha accolte. Su proposta dello stesso assessore, la Giunta, riunitasi nel primo pomeriggio, ha affidato l’incarico ad interim al ragioniere generale Giovanni Bologna, che si è già insediato.

“Il dottore Vindigni – ha sottolineato Musumeci – è persona perbene, trovatasi, suo malgrado, al centro di una vicenda sulla quale occorrerà fare chiarezza. Per questa ragione con l’assessore Scavone abbiamo avviato un’indagine interna e stiamo verificando, al tempo stesso, la quantità e la qualità del lavoro prodotto in questi dieci giorni dai dipendenti collocati in “lavoro agile”.

Domattina alle 10.30, il governatore e l’assessore Scavone terranno una conferenza stampa a Palazzo Orleans per fare il punto sui temi della cassa integrazione e sulle risorse ai Comuni destinate all’assistenza alimentare delle famiglie disagiate.

CASSA INTEGRAZIONE IN RITARDO, DA INEFFICIENZA A SCANDALO IL PASSO E’ BREVE

CASSA INTEGRAZIONE, IL MINISTRO DADONE INVIA GLI ISPETTORI

 

(foto Ragusa Oggi)

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI