Rosario Crocetta condannato per diffamazione contro il giornalista Gregorio Arena

Rosario Crocetta, ex presidente della Regione Siciliana, è stato condannato dal Tribunale di Catania per diffamazione nei confronti del giornalista Gregorio Arena, che faceva parte dell’ufficio stampa della Regione. Il verdetto di condanna è stato emesso ieri dopo la discussione del Pm e dei difensori delle parti.

Arena era stato accusato di “assenteismo” dall’ex presidente durante la sua partecipazione alla trasmissione l”Arena’, su Raiuno, del 18 novembre del 2012: Gregorio Arena ha successivamente presentato querela ai carabinieri della stazione piazza Verga di Catania il 12 gennaio del 2013, dando il via all’inchiesta. La Procura di Catania nella richiesta di rinvio a giudizio, disposta dal Gip, riteneva che tale accusa “offendeva la reputazione di Arena”.

Stando agli atti dell’inchiesta, la frase incriminata durante la trasmissione sarebbe: “Facevo l’europarlamentare e ogni mese andavo a controllare gli uffici di Bruxelles della Regione Sicilia… e di questo giornalista, di cui intendevo avvalermi qualche volta, non c’e’ mai stata traccia. Qualche volta telefonavo, per cui questo gli veniva pagato il doppio salario… per non andare un solo giorno a Bruxelles”. E ancora: “Il contratto sindacale di uno che non va mai a Bruxelles e riceve 12 mila euro di stipendio? Sarebbe ai limiti della truffa. Ringrazi il Signore che non vado in Procura”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI