Sanità, circolare assessoriale sull’uso appropriato dei Dpi. Malumore tra i medici del 118

Una circolare dell’assessorato regionale della Salute, rivolta agli operatori sanitari del sistema 118, è destinata a far discutere e ha già suscitato il malcontento di numerosi medici del sistema sanitario.

La circolare, firmata giovedì 26 marzo dal direttore generale Mario La Rocca, ha come oggetto l’uso appropriato dei dispositivi di protezione individuale, cosiddetti DPI, della cui carenza si è già molto dibattuto a livello nazionale.

Nella circolare, dove si fa riferimento alle linee guida della World Health Organization, viene specificato a “carattere perentorio” che gli operatori sanitari (medico, infermiere, autista/soccorritore) nell’ambito del sistema 118 del trasporto in emergenza urgenza con ambulanza, senza alcune distinzione per categoria, “dovranno indossare ai fini della piena operatività i seguenti dispositivi: 1) camice / grembiule monouso idrorepellente; 2) guanti; 3) occhiali di protezione /occhiale a mascherina / visiera; 4) mascherina chirurgica”.

“Esclusivamente per il personale medico e infermieristico e nel solo caso di soccorso in cui sarà necessario assicurare la pervietà e la funzionalità delle vie aeree, sarà previsto l’utilizzo della mascherina di tipologia FFp2”.

Il malcontento deriva dal fatto che secondo molti medici in questo modo non viene garantita la sicurezza del personale sanitario, esposto più degli altri al pericolo di contagio da coronavirus.

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI