A Santa Cristina Gela il cannolo più buono della Sicilia: la storia della famiglia Biscari

Da tre anni sul gradino più alto con il titolo di “cannolo più buono in Sicilia”. É il traguardo raggiunto dal “Caffè del Corso” della famiglia Biscari a Santa Cristina Gela, in provincia di Palermo, che ormai da tre anni si impone al Cannolo Festival grazie ad una passione per la tradizione dolciaria siciliana che si tramanda da quattro generazioni.

Dal 1999 l’attività ha preso il nome di Caffè del Corso: da allora un crescendo di apprezzamenti, anche da Slow Food. “La nostra filosofia è abbinare gusto e memoria – dicono i titolari Sergio, Gaetano e Giuseppe – con l’obiettivo di offrire prodotti di qualità con le antiche ricette di famiglia, selezionando le migliori materie prime”.

E per gli amanti del cannolo, Santa Cristina Gela ormai è una tappa quasi obbligata. “Il segreto è l’equilibrio dei sapori – spiegano i pasticceri – con particolare attenzione alla cialda, chiamata “scorza”, che produciamo con farine accuratamente selezionate alle quali aggiungiamo zucchero, strutto e vino rosso, ingrediente essenziale quest’ultimo per la formazione delle tipiche bolle durante la frittura. E poi, naturalmente, sua maestà la ricotta. Freschissima, grazie ai nostri pastori locali, addolcita in laboratorio con zucchero, poco, o miele, e poi setacciata. La preparazione si conclude con le gocce di cioccolato fondente, che aggiungiamo alla ricotta prima di farcire la cialda”.

QUANTO COSTA ESSERE… SICILIANI: L’INSULARITA’ “PESA” 6 MILIARDI

CORONAVIRUS E LOCKDOWN: LE DICHIARAZIONI DI MUSUMECI

EMERGENZA A VITTORIA: 410 CASI, FILE DI AMBULANZE AL “GUZZARDI”

MUSUMECI E IL DDL: “NESSUNO QUI VUOL RIAPRIRE SUBITO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI