Scala dei Turchi (Ag), tecnici e volontari “cancellano” le macchie di vernice

La Scala dei Turchi, in provincia di Agrigento, verrà riportata in poche ore al suo originario splendore dopo l’atto vandalico dei giorni scorsi, quando ignoti hanno imbrattato la marna bianca con una sorte di vernice rossa che altro non era che ossido di ferro in polvere.

La Regione siciliana – che ieri con Musumeci aveva espresso degno per l’oltraggio vandalico – ha messo in moto le procedure per la ripulitura del sito grazie ai tecnici del Comune di Realmuto, due funzionari della Soprintendenza e un buon  numero di volontari: si è lavorato con aspiratori di polvere e idropulitrici.

“Li ringrazio tutti – ha commentato il Governatore Musumeci – per il generoso atto di civismo e di scrupolosa responsabilità dimostrati”.

Ringraziamenti anche da parte del sindaco di Realmonte, Sabrina Lattuca: “Questo gesto è un attacco alla Sicilia intera. Attendiamo l’esito delle indagine nella speranza che i responsabili possano essere individuati e puniti. Grazie ai volontari della protezione civile di Realmonte, alla Soprintendenza di Agrigento, al comando provinciale dei carabinieri che ha raccolto elementi utili alla individuazione del responsabile di questo vile gesto. Sono soddisfatta per il risultato ottenuto nei lavori di pulizia nel rigoroso rispetto del bene che è l’emblema di una Sicilia bella, pulita e onesta”.

Sulla vicenda è intervenuta anche l’associazione Mareamico di Agrigento con il presidente Claudio Lombardo: “Fra qualche giorno il legittimo proprietario della Scala dei Turchi, donerà al Comune di Realmonte il suo bene a titolo assolutamente gratuito. Quindi il Comune e la Regione Siciliana si dovranno fare carico della gestione di questo bene che certamente non può rimanere abbandonato a se stesso. Qui ci vuole un controllo h24, servono delle telecamere, qui serve la gestione, qui serve tutto”.

SALVINI: “A PALERMO UNO STANZIAMENTO PER LO SCANDALO CIMITERI”

SCUOLA, RINVIATA DI TRE GIORNI IN SICILIA LA RIAPERTURA

PARTINICO, RUBATI 400 TAMPONI IN UN LABORATORIO DI ANALISI

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI