Scala dei Turchi imbrattata, individuati i due responsabili del danneggiamento

Sono stati identificati i responsabili del danneggiamento della Scala dei Turchi. La procura della Repubblica di Agrigento ha individuato chi avrebbe imbrattato il sito, poi ripulito, con una sostanza rossa nella notte fra venerdì e sabato. Si tratta di due soggetti già noti alle forze dell’ordine.

“Uno – rivela il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio – ha diversi precedenti giudiziari e di polizia, compreso un attentato alla metropolitana di Milano e un altro alla Valle dei Templi di Agrigento, e un’altra azione di danneggiamento ai danni della marna di Punta Bianca. Risulta essere già stato sottoposto a misura di prevenzione e da ultimo nuovamente riproposto (proposta tuttavia rigettata dal Tribunale di Palermo) ed è in atto sottoposto al divieto di avvicinamento ad Agrigento disposto dalla Questura”. Uno dei due è Domenico Quaranta, già arrestato nel 2002 per gli attentati terroristici alla Metropolitana di Milano e alla Valle dei Templi. Entrambi sono di Favara.

I Carabinieri della compagnia di Agrigento, coordinati dal maggiore Marco La Rovere, hanno acquisito le immagini del sistema di video-sorveglianza e avviato degli accertamenti mirati sulla vendita del prodotto utilizzato per imbrattare la scogliera di marna bianca. Operazioni che hanno consentito ai militari dell’Arma di restringere in maniera decisiva il cerchio in pochi giorni.

L’ipotesi di reato è il danneggiamento di un bene avente valore paesaggistico. La sostanza di colore rosso utilizzata dai vandali non era indelebile e, grazie a un rapido e provvidenziale intervento dei volontari, è stata totalmente eliminata restituendo alla Scala dei Turchi il suo aspetto originario.

MESSINA, LA DIA CONFISCA BENI PER CIRCA 7 MILIONI DI EURO A UN IMPRENDITORE

PALERMO, SEQUESTRATE OLTRE 5 TONNELLATE DI GAS IN BOMBOLE PROVENIENTI DALLA CINA

PALERMO, PIANTAGIONE DI CANNABIS NELLA PROPRIA CASA: ARRESTATI MARITO E MOGLIE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI