Scandalo Covid, il sindaco di Trapani: “Gravissima alterazione dei dati”

Giacomo Tranchida , sindaco di Trapani, è intervenuto per commentare l’inchiesta riguardante i dati alterati sulla pandemia in Sicilia.

“I dati dei contagi falsificati per non far scattare la zona rossa? Se i gravi sospetti della Procura di Trapani non dovessero trovare smentita – dice Tranchida – saremmo davanti ad una gravissima alterazione del dato epidemiologico regionale piegato più a squallidi interessi politico governativi che a tutela della salute delle persone”.

“Le misure restrittive che vengono adottate per le zone rosse se, da un lato limitano le libertà delle persone, dall’altro servono a tutelare la popolazione più fragile – continua – prevenire contagi e i conseguenti rischi gravissimi per la salute ed evitare l’implosione dell’intero sistema sanitario ospedaliero”.

“Mi auguro che il corso delle indagini giunga a fugare questi terribili sospetti ma, se così non fosse, procederemo a difesa della collettività amministrata costituendoci parte civile anche contro i vertici dell’Assessorato regionale alla salute – conclude – . Prima di tutto la salute”.

SCANDALO COVID IN SICILIA, LE INTERCETTAZIONI DI RAZZA

MUSUMECI: “FIDUCIA IN RAZZA E NELLA MAGISTRATURA”

“DATI FALSI SUL COVID IN SICILIA”: INDAGATO RAZZA, TRE ARRESTI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI