Sciopero nazionale dei vigili del fuoco: a Palermo sit-in davanti alla prefettura

Si è svolto quest’oggi (15 novembre) lo sciopero nazionale dei vigili del fuoco, a cui hanno aderito tutte le sigle sindacali e il cui obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi retributivi e previdenziali, sulle garanzie e tutele in tema di infortuni, il rinnovo del contratto di lavoro e il potenziamento degli organici.

In Sicilia a scendere in piazza sono stati anche i vigili del fuoco di Palermo, che hanno organizzato un sit in davanti alla prefettura per chiedere l’equiparazione economica alle altre forze dell’ordine, più uomini e più mezzi.

Davide Apprendi della Confsal afferma: “Non si riesce a garantire il soccorso ogni giorno. Siamo sotto organico e non si può andare avanti soltanto con il nostro spirito di abnegazione. Lo Stato ci ascolti. Su Palermo siamo in 700 ma ci sono i colleghi in regime semioperativo e tutti gli altri che hanno altri problemi, chi è in malattia, chi manca per altri motivi. Insomma, alla fine, Palermo è garantita da 70 massimo 80 persone per tutto il territorio”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI