Scontro moto – auto a Catania, morti due cugini di 16 e 19 anni

Drammatico incidente a Catania, nei pressi dell’incrocio tra via Palermo e via Ippolito Nievo: due ragazzi, l’uno di 16 (Andrea Zappalà) e l’altro di 19 (Santo Rapisarda), sono morti ieri, lunedì 14 gennaio.

Le due giovani vittime, che erano cugini, si trovavano a bordo di una moto Honda 125 e, per cause ancora da chiarire, si sono schiantati contro un muro. Non si esclude l’ipotesi che Santo Rapisarda, che era alla guida del mezzo (e che era andato a prendere il cugino più piccolo a scuola per riportarlo a casa), abbia perso il controllo della moto e si sia poi schiantato contro un’autovettura.

Nell’incidente, infatti, è rimasta coinvolta anche una Lancia Lybra SW guidata da un uomo residente nel capoluogo etneo.

Secondo le prime testimonianze, uno dei due è morto sul colpo mentre l’altro ha perso la vita poco dopo il suo ricovero all’ospedale Garibaldi. I soccorsi, infatti, sono stati immediati.

Comunque, per determinare le cause dell’incidente, sarà fondamentale sentire l’automobilista della Lybra, ricoverato in ospedale in stato di shock, ma senza ferite.

I vigili urbani, inoltre, stanno appurando se, al momento dell’incidente, i due minorenni avessero o meno addosso il casco protettivo.

La strada dov’è avvenuto l’incidente è stata chiuso per permettere i rilievi della polizia stradale.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI