Scuola, gli insegnanti specializzati di sostegno protestano a Palermo 

Gli insegnanti specializzati di sostegno di tutta la Sicilia, della scuola primaria e dell’infanzia, protesteranno, domani 4 settembre, davanti all’ufficio scolastico provinciale di Palermo.

Fin dalle 9,00 si raduneranno per chiedere chiarezza sulle procedure di assegnazione delle cattedre per l’anno scolastico 2019-2020. La neonata associazione “Insieme per il sostegno“, nasce “con lo scopo di salvaguardare gli interessi degli insegnanti e dei bambini disabili – si legge in una nota – che ogni anno vedono leso il proprio diritto alla continuità didattica in nome dell’interesse personale di quanti, già di ruolo, scelgono di ritornare in Sicilia”.

L’associazione che ha riunito gli insegnanti di tutte le provincie siciliane, ha proceduto a far pervenire una diffida nei confronti dell’ufficio scolastico provinciale al fine di far rispettare la procedura vigente che prevede la nomina degli specializzati di prima e seconda fascia prima delle assegnazioni provvisorie dei docenti senza titolo.

I promotori dell’iniziativa manifesteranno indossando simbolicamente una maglietta di colore rosso, simbolo della “violenza” perpetuata alle migliaia di lavoratrici e lavoratori precari che ancora oggi attendono l’immissione in ruolo. Accanto agli insegnanti ci saranno le famiglie delle alunne e degli alunni disabili che ogni anno si vedono costretti ad entrare in classe senza il proprio docente di sostegno. Gli insegnanti chiederanno un incontro che possa fare chiarezza sullo stato delle cose, incontro che era stato negato con il silenzio dai funzionari competenti, nonostante una prima lettera firmata da più di 500 docenti e la diffida di poche settimane fa.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI