Scuola, Lagalla: “Le classi sono sicure. Ora si proceda alla stabilizzazione dei precari”

“Stabilizzare il personale docente e tecnico entrato in fase di emergenza”. É la richiesta rivolta dall’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla, al governo nazionale nel corso di una intervista al Giornale di Sicilia sui temi della scuola. La misura viene considerata cruciale per ampliare il numero di classi e distribuire gli alunni nelle stesse, anziché ricorrere alle c.d. classi “pollaio”.

Tra i temi di attualità, c’è il ritorno in classe di tanti studenti (QUI le linee guida) e Lagalla puntualizza: “Non abbiamo voluto abbandonare un atteggiamento prudente e responsabile. Ai presidi resta la possibilità di valutare al meglio la percentuale di studenti da ammettere in classe”.

Sul fine anno scolastico: “Non sarà facile per le superiori, ma le scelte che sono maturate fra Roma e Palermo dimostrano che la scuola è un posto sicuro. Non è in classe che il virus si diffonde”.

RECOVERY: C’É IL PRIMO OK, “IL 40% AL SUD”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 24 APRILE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 24 APRILE 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI