Scuola, Leoluca Orlando: “Riaprire in presenza il 10 è una scelta irresponsabile”

Anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando si schiera apertamente contro l’apertura in presenza delle scuole prevista per giorno 10. Mentre il Governatore ha espresso le sue perplessità in una lettera inviata al premier Draghi il primo cittadino del capoluogo parla senza mezzi termini di “scelta irresponsabile”.

“Considerato che una percentuale elevatissima di positivi viene individuata tra i cittadini in età scolare e soprattutto tra i minori non vaccinati che frequentano la scuola primaria, di fronte allo stress delle strutture ospedaliere, alle file di ambulanze davanti ai nosocomi cittadini, alla mancanza di mascherine Ffp2, riaprire le scuole in presenza già a partire da lunedì è un atto irresponsabile”.

“Faccio appello – ha aggiunto il sindaco – al governo nazionale e regionale affinché possano rinviare l’apertura delle scuole in presenza e istituire invece la Dad a tutela della salute di tutta la comunità scolastica. Le Asp provinciali, inoltre, sono in grave ritardo con i tracciamenti e con le verifiche dei tamponi, ciò non consente di avere dati certi sui positivi. Ritengo che un’apertura debba prevedere sicurezza per alunni e familiari, fortemente ed unanimemente preoccupati per il dilagare dei contagi”.

Al Governo nazionale Orlando chiede di estendere l’obbligo vaccinale ritenendolo “non più una scelta ma un atto urgente”.

ASSOLTO L’EX GOVERNATORE DELLA SICILIA RAFFAELE LOMBARDO

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 7 GENNAIO 2022

COVID, ALTRI 42 COMUNI DELLA SICILIA IN “ZONA ARANCIONE”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI