medici

Scuole di specializzazione, la Regione: “Tutto chiarito col Miur, ok a 46 borse di studio”

La Giunta della Regione Siciliana lo ha annunciato in pompa magna e ha confermato lo stanziamento da cinque di milioni di euro (autorizzato lo scorso 27 giugno) per sbloccare 46 borse di studio per le scuole di specializzazione di Medicina. I fondi sono stati attribuiti al Fondo sociale europeo e ad altri fondi extra-regionali.

Eppure sull’esistenza di queste borse di studio ci sono state polemiche sollevate dall’Associazione italiana giovani medici (Aigm) in qualche modo condivise dal rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari. E non sono nemmeno mancate le polemiche politiche piuttosto robuste, l’ultima delle quali sollevata dal piddino Anthony Barbagallo secondo cui la Regione non finanzierà alcuna borsa di studio (LEGGI QUI).

L’assessore regionale all’istruzione e formazione, Roberto Lagalla, ha spiegato che i contratti aggiuntivi delle Regione non erano stati inclusi nel bando del Miur per le borse di studio dell’area medica perché il ministero aveva chiesto chiarimenti tecnici. La giunta ora li ha forniti con una delibera che attribuisce i cinque milioni impegnati al Fondo sociale europeo e ad altri fondi extra-regionali.

“L’assessorato – si legge in una nota – ha oggi stesso completato la procedura sollecitata dal ministero, dal quale ha ricevuto sollecita assicurazione della imminente e tempestiva pubblicazione del decreto integrativo per l’assegnazione di ulteriori 46 posti regionali alle scuole di specializzazione degli atenei di Catania, Messina e Palermo”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI