Salvini-Prestigiacomo

Sea Watch, deputati a bordo: Salvini va all’attacco e la Prestigiacomo (Forza Italia) reagisce

È scontro tra alcuni parlamentari e il ministro degli Interni Matteo Salvini sulla vicenda della Sea Watch, l’imbarcazione ONG che da sabato 19 gennaio ha a bordo 47 migranti tratti in salvo ed è in cerca di un porto in cui sbarcare.

Salvini, infatti, ha affermato: “Parlamentari italiani, fra cui uno di Forza Italia, non rispettano le leggi italiani e favoriscono l’immigrazione clandestina? Mi spiace per loro, bun viaggio!”.

Il riferimento è alla delegazione composta dai deputati Nicola Frantoianni, Riccardo Magi, Stefania Prestigiacomo e dal sindaco di Siracusa, Francesco Italia che, insieme a due avvocati, un medico, un membro dello staff di Mediterranea e dalla portavoce di Sea Watch Italia Giorgia Linardi, sono saliti sull’imbarcazione oggi, domenica 27 gennaio, forzando il blocco illegale che impediva fino a oggi ai parlamentari di effettuare una ispezione.

Stefania Prestigiacomo, dopo essere stata a bordo della nave, ha affermato: “Nessuno può comprimere le nostre prerogative parlamentari che ci consentono di salire a bordo, a maggior ragione perché l’imbarcazione non è in quarantena e anzi – altro fatto gravissimo e senza precdenti – l’autorità marittima sanitaria non ha accolto ieri la richiesta di accertamento sanitario inoltrata su nostro consiglio dal comandante”.

La deputata forzista ha aggiunto: “È un fatto vergognoso, perché è stata negata per evitare qualsiasi tipo di contatto con chi si trova a bordo e impedire che si aprano così le procedure propedeutiche allo sbarco. C’è mare brutto e fa molto freddo, noi siamo perché scendano tutti a terra, dando la precedenza ai minorenni ma che scendano tutti”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI