Sequestro preventivo di beni per un commercialista palermitano e la moglie

Sequestro preventivo di beni emesso dalla Procura di Palermo nei confronti del commercialista palermitano Maurizio Lipani, attualmente agli arresti domiciliari, e della moglie Maria Teresa Leuci:lo ha disposto la Procura di Palermo per una somma di 1 milione e 270 mila euro.

Il provvedimento, convalidato dal Gip ed eseguito dalla Dia di Trapani, riguarda denaro, quote societarie, mobili e immobili, il profitto di reiterate condotte di peculato, secondo la Dia, commesse da Lipani nella qualità di custode o di amministratore giudiziario di numerosi compendi societari e di patrimoni sequestrati e confiscati di competenza degli uffici giudiziari di Palermo, in parte, con il concorso della moglie.

Sarebbe stata accertata l’esistenza di un consolidato sistema in base al quale il commercialista operava numerosi prelievi di contante e bonifici dai conti delle società di cui era amministratore, alcuni dei quali giustificati come pagamento di fatture emesse dalla moglie commercialista, anche se mai autorizzate da parte del giudice delegato.

PROROGATA LA “ZONA ROSSA” DI VITTORIA

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 17 NOVEMBRE 2020

NUOVI CONTAGI, IL DATO ANALITICO DELLA SICILIA

DOVE RACCOGLIERE IL PLASMA IPERIMMUNE IN SICILIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI