Seus e Sas senza vertici, Cisl Fp: “Basta fare politica sulla pelle di 5 mila famiglie”

“Basta temporeggiare, basta ‘giocare’ a fare politica sulla pelle di cinquemila famiglie siciliane. La situazione delle società partecipate della Regione Sas e Seus 118 adesso è davvero al limite”. A dirlo è Paolo Montera, segretario generale della Cisl Fp Sicilia.

“A breve potrebbero esserci problemi anche per pagare gli stipendi dei lavoratori. Il governo Musumeci, quindi, metta subito da parte le beghe interne alla sua maggioranza e nomini i vertici di questi due enti. Da mesi, ormai – prosegue Montera -, la Seus, società che si occupa di emergenza e urgenza in sanità, e la Sas, responsabile dei servizi ausiliari in decine di enti di tutta la Sicilia procedono col freno a mano tirato, con la possibilità di operare solo in ordinaria amministrazione”.

“Alla Sas, per esempio, molte convenzioni sono in scadenza e a saltare potrebbero essere servizi fondamentali alla cittadinanza, dall’impiego di lavoratori nel settore dei beni culturali alla gestione di aspetti fondamentali dell’emergenza pandemica, come per esempio il trasporto di materiale biologico negli ospedali. Un rischio che non possiamo correre. Il governo intervenga subito, prima che altre assemblee dei soci finiscano con un nulla di fatto sulle nomine”.

FOTO DI REPERTORIO

MUSUMECI: “INTEL? CATANIA HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA”

FRANCOFONTE ANCORA “ZONA ARANCIONE”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 28 SETTEMBRE 2021

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI