Sfruttamento della prostituzione, tre persone arrestate nell’agrigentino

La polizia, in esecuzione delle ordinanze del gip del tribunale di Agrigento, ha condotto un’operazione denominata “Rege Manex”, che ha portato all’arresto di due uomini e una donna per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione fra Palma di Montechiaro (Ag), Canicattì (Ag) e Rocca di Neto (Kr).

Ai domiciliari sono stati posti: Pardaian Negoita, romeno di 46 anni, domiciliato a Canicattì; Vincenzo Mangiavillano, 62 anni di Palma di Montechiaro e Ionela Bichinet, 30 anni residente a isola Capo Rizzuto. Un quarto soggetto, destinatario di un’ordinanza di arresto, è irreperibile.

Secondo l’accusa, gli indagati erano dediti allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione di giovani donne, procacciando loro i clienti, accompagnando le donne agli appuntamenti prefissati, mettendo in alcuni casi a disposizione le loro abitazioni per la consumazione delle prestazioni sessuali e pretendendo percentuali variabili dai proventi dell’attività di prostituzione, in alcuni casi anche pari al 50 per cento.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI