Sicindustria, Albanese: “Il Covid blocca tutto, le aziende rischiano di perdere i fondi UE”

Sicindustria chiede alla Regione Siciliana “una proroga straordinaria per la chiusura dei progetti e una maggiore flessibilità nella realizzazione dei programmi” per salvaguardare le imprese, un centinaio circa, che, dopo essersi aggiudicate il bando a valere sull’azione 3.4.2 del Po Fesr, “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione”, e aver pianificato investimenti in progetti di promozione, partecipazione a fiere ed eventi internazionali, si sono trovate di fronte allo stop imposto dall’emergenza da Covid-19.

La pandemia, infatti, sta causando tantissimi disagi anche a queste imprese, con la sospensione di forniture, fiere, consegne e imprese in ritardo non solo sulla tabella di marcia aziendale ma anche sulle scadenze previste. Gli imprenditori ora rischiano di non poter completare l’intervento finanziato per cause a loro non imputabili e di dover però restituire quanto incassato fin qui per non aver completato il programma.

“Ci troviamo in una situazione veramente complicata – dice Alessandro Albanese, vicepresidente vicario di Sicindustria – . Ci sono infatti aziende, e mi arrivano ogni giorno parecchie segnalazioni, che hanno bisogno di più tempo per completare gli investimenti e pochi mesi non basteranno affatto”.

È per questo che, al fine di salvaguardare una misura che riveste un’importanza fondamentale per lo sviluppo dell’economia dell’Isola e che vede al suo interno molte delle eccellenze dell’imprenditoria siciliana, Sicindustria chiede una proroga straordinaria per la chiusura dei progetti e una maggiore flessibilità nella realizzazione dei programmi.

“In particolare – conclude Albanese – occorre emanare un provvedimento di proroga straordinaria di 12 mesi rispetto alla chiusura di ogni singolo cronoprogramma, in aggiunta a quella di tre mesi prevista dall’avviso, ma anche la possibilità di una variazione al progetto di investimento presentato con l’inserimento eventuale di fiere virtuali e eventi promozionali digitali. Il tutto sempre nel rispetto della strategia e dei paesi target del Print, il programma regionale di internazionalizzazione”.

TRUFFA ALL’ASP DI PALERMO

ARS, PRIMO ATTO DELLA MOZIONE DI CENSURA CONTRO RAZZA

TRAGEDIA A PALERMO, BIMBA BATTE LA TESTA A SCUOLA E MUORE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI