sindacati-penna-m5s

Sindacati uniti in piazza: “Governo torni indietro”, Penna (M5S): “Protesta sorprende”

Cgil, Cisl e Uil in piazza a Roma per una manifestazione nazionale con lo slogan Futuro al lavoro e con lo scopo di chiedere al governo gialloverde modifiche alla politica economica.

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ha affermato: “Il governo torni indietro perché altrimenti va a sbattere. Singolare che Di Maio incontri i gilet gialli ma non i sindacati”. Anna Maria Furlan, segretaria generale della Cisl, ha detto: “Il governo esca dalla realtà virtuale e si cali nel mondo reale”. Mentre Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, ha invitato il governo “ad ascoltare la piazza.

In corteo anche una delegazioni di industriali della Romagna che confluirà con i manifestanti in piazza San Giovanni.

Una manifestazione sindacale è in corso anche nelle maggiori città siciliane.

PENNA (M5S): “SORPRENDE PROTESTA” – “Nei decenni passati eravamo stati abituati a un sindacato che difendeva i posti di lavoro e invocava misure contro la povertà. Sorprende oggi un sindacato che organizza una manifestazione nazionale per contestare la prima grande misura dopo decenni contro la povertà”. Così Aldo Penna, deputato nazionale del M5S, rispondendo ai segretari Cgil, Cisl e Uil, di Palermo che hanno attaccato, così come quelli generali, le misure introdotte dal Governo.

“Sentire i sindacati giudicare il Reddito di Cittadinanza come inefficace, senza attendere neanche il suo decollo – ha concluso Penna – denuncia un pericoloso pregiudizio e un forte collateralismo con il PD di cui i lavoratori non hanno certo bisogno”.

Categorie
politica
Facebook
Video

CORRELATI