Siracusa, ragazzo disabile picchiato perché si lamentava per lo spaccio: tre arresti

Tre siracusani (rispettivamente di 34, 32 e 28 anni) sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di rapina e lesioni personali nei confronti di un ragazzo disabile, che aveva “osato” lamentarsi per lo spaccio di droga che si svolgeva davanti la palazzina dove abita.

Il giovane disabile (affetto da grave sordità) è stato attirato con una scusa in un androne di via Algeri, nella zona Nord della città e aggredito a calci e pugni: ha riportato la frattura scomposta del setto nasale; gli sono stati strappati via orologio, una collana e persino il suo apparecchio acustico.

L’aggressione era avvenuta nel novembre 2020 ma le indagini hanno ora permesso di individuare i responsabili.

SICILIA ZONA BIANCA? SI SPERA PER IL 21 GIUGNO

CONFISCA DI BENI DA 100 MILIONI DI EURO PER UN IMPRENDITORE

MAFIA, OMICIDIO ALLERUZZO: DOPO 26 ANNI ARRESTATO IL FRATELLO

VACCINI, PRENOTAZIONI APERTE PER GLI OVER 16: ECCO COME FARE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI