Sparatoria a Noto, blitz dei Carabinieri: sequestro di armi, bloccati dei sospettati

I Carabinieri, dall’alba di questa mattina, sono impegnati in numerose perquisizioni nel quartiere della comunità nomade di Noto, in contrada Arance Dolci, dove vive il minore di 17 anni in coma irreversibile al Garibaldi di Catania per una ferita alla testa causata da un colpo di pistola.

Al momento sono state rinvenute diverse armi, relativo munizionamento ed ingenti somme di denaro. Sono al vaglio le posizioni di diversi soggetti. Nel blitz sono impegnati oltre 200 Carabinieri, provenienti anche dalle altre provincie, con l’ausilio di militari della Compagnia di intervento operativo del 12° Reggimento “Sicilia”, del Nucleo cinofili di Nicolosi e dello Squadrone eliportato Cacciatori di stanza a Sigonella.

I Carabinieri sono sempre più convinti sulla circostanza che ha portato alla sparatoria; si tratterebbe di uno scontro fisico tra giovani, appartenenti alla comunità nomade, che avrebbero abusato di alcool.

MALTEMPO, ALLERTA METEO GIALLA IN TUTTA LA SICILIA PER IL 3 DICEMBRE: RISCHIO TEMPORALI

CALTAGIRONE, AUSILIARIO RUBAVA I FARMACI DELL’OSPEDALE: AGLI ARRESTI DOMICILIARI UN 61ENNE

ENNA, ALLEVATORE UCCISO E POI DATO A FUOCO: ARRESTATE QUATTRO PERSONE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI