Sparò e ferì un negoziante in un centro commerciale: scatta il daspo per un 19enne

Riccardo Guarrera, 19 anni, arrestato il 30 ottobre scorso da carabinieri di Giarre dopo aver sparato diversi colpi di pistola dopo una lite in un centro commerciale a Riposto, è stato punito con un Daspo di due anni: non potrà frequentare esercizi o locali di intrattenimento pubblici per la sua pericolosità sociale.

Il provvedimento è stato emesso dal Questore di Catania, Mario Della Cioppa, ed è il primo Daspo del genere adottato in provincia e tra i primi in Italia. La nuova normativa sul Daspo prevede che il Questore può disporre, per motivi di sicurezza, la misura di prevenzione nei confronti di persone ritenute socialmente pericolose e che siano stati denunciati o arrestati. Per Guarrera il divieto di accesso è esteso a tutti i centri commerciali della provincia dove non potrà neppure stazionare nelle immediate vicinanze per due anni.

Il giovane aveva esploso diversi colpi di pistola davanti ad un negozio di telefonia ferendo un uomo che è ancora ricoverato con la prognosi riservata all’ospedale Cannizzaro di Catania. Guarrera è accusato di tentato omicidio doloso, lesioni personali e porto abusivo di arma da sparo clandestina in un centro commerciale.

Secondo il Questore di Catania, “Guarrera ha dimostrato sia in questa occasione che in due episodi precedenti, avvenuti quest’anno e nel 2017, sempre dinanzi esercizi pubblici, un’indole aggressiva ed una spiccata pericolosità sociale manifestata per futili motivi, in quest’ultimo caso addirittura per l’insofferenza dovuta alla fila davanti il negozio”.

MUSUMECI: “IL SISTEMA IN SICILIA REGGE”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 10 NOVEMBRE 2020

ORLANDO VERSO UNA NUOVA ORDINANZA RESTRITTIVA

33 ORDINANZE DI CUSTODIA A MESSINA PER CORSE CLANDESTINE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI