Spazi marittimi, Palmeri: “La Regione sta difendendo gli interessi dei siciliani?”

“La Regione Siciliana ha avviato il necessario dialogo con lo Stato sul fronte dei piani di gestione dello spazio marittimo?”. È la domanda rivolta al Presidente della Regione Siciliana attraverso un’interrogazione di Attiva Sicilia, prima firmataria Valentina Palmeri, portavoce dei Verdi all’Ars.

“I piani di gestione dello spazio marittimo sono fondamentali per individuare le aree del mare e la loro corretta gestione. La Commissione Europea, pur incentivando gli impianti off-shore, ha ricordato la necessità di salvaguardare gli altri rilevanti valori: pesca, turismo, patrimonio archeologico e biodiversità, attraverso una Direttiva del 2014 recepita in Italia nel 2016. La competenza di questi piani è statale, ma le Regioni hanno ampia voce in capitolo attraverso delle interlocuzioni preliminari che possono orientare le decisioni”.

“La Direttiva – afferma Palmeri – prevede che ogni Stato membro elabori e attui la pianificazione dello spazio marittimo per contribuire allo sviluppo e alla crescita sostenibile nel settore marittimo mediante la redazione di appositi piani di gestione. I piani di gestione individuano la distribuzione degli usi delle acque marine come zone di acquacoltura, zone di pesca, impianti e infrastrutture per l’estrazione di petrolio, gas e altre risorse, rotte di trasporto marittimo e flussi di traffico, turismo e altro ancora. Senza un’attenta e costante interlocuzione con la Regione, lo Stato potrebbe effettuare delle scelte che potrebbero andare contro gli interessi della Sicilia, quindi, invitiamo la Regione ad attivarsi in questa direzione prima che sia troppo tardi”.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 17 MAGGIO 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 17 MAGGIO 2021

VACCINI: TRE GIORNI DI NOPEN DAY CON ASTRAZENECA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI