scuole-superiori

Tagli alle utenze delle scuole nissene, il Commissario del Libero Consorzio ritira disdetta

Buone notizie per i 17 mila studenti degli istituti superiori della provincia di Caltanissetta. Potranno tranquillamente tornare a scuola perché è rientrato il rischio della disdetta delle utenze, ovvero acqua, gas e luce.

Il Commissario del Libero Consorzio, Rosalba Panvini, ha, infatti, accettato di ritirare la determinazione con la quale aveva disposto la disdetta delle utenze.

Il caso era stato segnalato dalla deputata nazionale di Forza Italia, Giusi Bartolozzi, con tanto di interrogazione ai ministri degli Interni, dell’Economia e dell’Istruzione e di richiesta ispettiva all’Assessorato regionale alle autonomie locali. QUI L’ARTICOLO.

Intervistata da Seguonews.it, la Panvini ha spiegato che alla base della sua decisione c’è la fiducia nei confronti di quanto detto dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci che “quando ci ha convocati a Palermo, insieme ai sindaci” ha detto “che a partire dalla fine del settembre prossimo sarà cessato il prelievo forzoso. Lo Stato si è impegnato in questo e noi vogliamo crederci”.

Hanno espresso soddisfazione il presidente della Regione e l’assessore dell’Istruzione e Formazione Professionale, Roberto Lagalla: “Ha prevalso il senso di responsabilità istituzionale ed è stata interamente accolta la delibera adottat dalla giunta di governo con la quale si sollecitava la revoca dei provvedimenti interruttivi. Al tempo stesso, si apre la porta ad una costruttiva interlocuzione con i Liberi Consorzi in materia di trasferimento per il funzionamento delle scuole”, ha detto Musumeci.

Per Lagalla “bene ha fatto la giunta di Governo a pronunciarsi con convinta determinazione a favore della continuità dell’azione didattica a garanzia degli studenti e delle famiglie. A questo punto, sono certo che il confronto istituzionale potrà avvenire con meditato e ragionevole approccio, essendo stata superata, con generale buona volontà, una fase emergenziale critica”.

GIUSI BARTOLOZZI: “BATTAGLIA VINTA” – “Nella giornata di ieri il Commissario del libero consorzio di Caltanisetta ha finalmente revocato in autotutela la determina con la quale aveva disdetto i contratti di utenze per le forniture dei servizi essenziali nelle Scuole superiori. La nostra battaglia, per la tutela dei diritti costituzionalmente garantiti di ben 17.000 studenti della provincia di Caltanissetta, si è conclusa positivamente. Ma occorre una generale mobilitazione di tutta la classe politica eletta in Sicilia a sostegno delle iniziative intraprese da Forza Italia contro il prelievo forzoso nella nostra Regione”. Così Giusi Bartolozzi, deputata di FI.

“Basta con gli slogan elettorali sbandierati dal movimento5stelle, a voce della deputata Azzurra Cancelleri, che da un lato dice di essere favorevole alla battaglia contro il prelievo forzoso e poi maldestramente boccia gli emendamenti presentati in tal senso da FI, vota favorevolente la legge di bilancio 2019 che conferma il prelievo forzoso in Sicilia ed ancora boccia l’ordine del giorno volto ad anticipare da gennaio 2019 gli effetti della negoziazione sul prelievo forzoso, come concordato tra Stato e Regione nell’accordo del 22 dicembre 2018. Occorre essere fattivi e consequenziali alle promesse sbandierate ai cittadini siciliani. Io ne chiedero’ contezza in ogni sede istituzionale e non”, ha concluso la Bartolozzi.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI