Tamajo (Iv): “Sbloccare subito il fondo perequativo per i Comuni, Regione troppo lenta”

Il deputato regionale Edy Tamajo, di Italia Viva, punta il dito sulla lentezza della Regione nel trasferimento agli Enti Locali dei fondi con i quali poter far fronte alla riduzione o all’esenzione delle imposte locali. Un tema di attualità sollevato da tanti imprenditori sull’orlo di una crisi irreversibile aggravata dalla pandemia che si sono visti recapitare le cartelle esattoriali.

“La Regione – sottolinea Tamajo – sta manifestando tutta la lentezza della procedura burocratica per l’utilizzo del fondo perequativo di 300 milioni di euro previsto dalle leggi di stabilità e di bilancio regionali. Chiedo che il parlamento regionale si adoperi per gli atti di sua competenza, affinché la riprogrammazione delle risorse inserite nel Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc) 2007-2013 e 2014-2020 consenta alle imprese siciliane di beneficiare dell’esenzione dei tributi locali”.

“Gli avvisi di pagamento delle imposte comunali, che in questi giorni stanno arrivando a chi soffre la crisi economica, rischiano di diventare un colpo mortale per tante attività produttive – ammette Tamajo -. Auspico che il governo Musumeci raccolga il mio appello ad assicurare ai comuni siciliani gli stanziamenti necessari a coprire il mancato incasso di tasse e tributi locali. Rivolgo anche una sollecitazione al ministro per il Sud Provenzano a ratificare la riprogrammazione dei fondi Fsc per le misure di sostegno decise dalla Regione”.

PROTOCOLLO REGIONE – SINDACATI, ISTITUITO UN TAVOLO DELLA SALUTE

PALERMO, FALSE ONLUS PER IL TRASPORTO EMODIALIZZATI: SEI ARRESTI

CORONAVIRUS IN SICILIA, IL BOLLETTINO DEL 18 NOVEMBRE

MESSINA, ARRESTATO IL LATITANTE GIOVANNI DE LUCA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI