Tamponi salivari, circolare del Ministero: “rapidi” non validi per il Green pass

I test salivari (almeno in questa prima fase) sono un’alternativa ai tamponi “standard” solo in alcuni contesti. E i “rapidi” non sono validi per ottenere il Green pass. Lo sottolinea una circolare del ministero della Salute.

Il ministero ribadisce l’utilità e la necessità di impiegare i test molecolari in campagne di screening a campione negli istituti scolastici (oppure nelle Rsa e nelle strutture per anziani), mentre non sono raccomandati i test salivari rapidi perché non raggiungono i livelli minimi accettabili di sensibilità e specificità.

I test antigenici rapidi su matrice salivare sono inoltre esclusi dall’elenco comune europeo dei test validi per ottenere la Certificazione verde: non saranno considerati validi ai fini del Green pass.

IMPUGNATE TRE LEGGI REGIONALI SICILIANE

MAXI BLITZ NEL NISSENO: ARRESTATE OLTRE 50 PERSONE

TRATTATIVA STATO MAFIA: ASSOLTI DELLL’UTRI, MORI, DE DONNO E SUBRANNI

CORONAVIRUS, I DATI DEL 23 SETTEMBRE IN SICILIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI