Tari Palermo, assessore Marino: “Dichiarazioni di Italia Viva incomprensibili”

“Le pericolose dichiarazioni di Italia Viva sul PEF TARI 2020 risultano incomprensibili se si pensa che il percorso che ci porta all’aumento risale al periodo di gestione di RAP da parte del presidente Norata”. Così l’assessore Sergio Marino risponde alla presa di posizione di Italia Viva in merito al possibile aumento Tari nel capoluogo siciliano.

Marino dice: “Il PEF grezzo porta la sua firma. Anzi, a ben guardare gli atti, la richiesta di RAP era ben superiore a quella cui si è arrivati a seguito della direttiva del sindaco. Bellolampo è oggi in una situazione di criticità, come lo era fino a un mese addietro. Il nostro impegno è stato quello di mantenere gli aumenti nella misura minima possibile, salvo rivalsa nei confronti della Regione e, soprattutto, ma pare che ciò non conti, mantenere salda la RAP e il suo equilibrio di bilancio a tutela dei lavoratori e della stessa Azienda. Non approvare il PEF TARI comporterebbe per la RAP un percorso già visto in un recente passato”.

“Norata non è stato ‘cacciato’ per le sue legittime richieste alla Regione (che il Socio ha avanzato ancor prima che Norata diventasse presidente, come risulta agli atti e con atti ancor più forti) così come l’emergenza rifiuti ha origini anche nella raccolta dei rifiuti in città. E’ bene ricordare che la sostituzione di Norata ha radice nelle dimissioni di due consiglieri del CDA, anche con motivazioni agli atti. L’emergenza a Bellolampo è pure da ricercare, oltre che alla Regione, nei valori di raccolta differenziata che nel primo trimestre 2021 è ancora ferma, come nel 2020 al 18,53%”.

“Ci auguriamo che il Consiglio Comunale possa valutare la proposta con la dovuta serenità, fermo restando che l’aumento di ogni pressione fiscale nei confronti dei cittadini è argomento che vede tutti noi attenti e sensibili ad ogni riduzione e che, ancora oggi, la Tari che paga un cittadino palermitano non è certamente tra le più alte in Italia”.

É MORTO FRANCO BATTIATO

APPROVATO IL NUOVO DECRETO: COPRIFUOCO ALLE 23

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 17 MAGGIO 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 17 MAGGIO 2021

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI