teatro massimo bilancio in attivo

Teatro Massimo, bilancio positivo anche nel 2018: spettatori aumentati del 37%

Il bilancio 2018 del Teatro Massimo di Palermo, per il sesto anno consecutivo, chiude con un utile: 87 mila 125 euro. I numeri registrano una crescita in tutti i settori: dalla vendita dei biglietti, ai ricavi delle manifestazioni, alle risorse che provengono dai privati.

“I conti della Fondazione sono in sicurezza – ha detto in conferenza stampa il soprintendente Francesco Giambrone – Un teatro aperto tutti i giorni, con un incremento di spettatori del 37%. Abbiamo registrato un più 2 milioni di euro, gli incassi sono cresciuti nonostante il taglio del Fondo unico dello spettacolo. Ma la capacità di coprodurre è stata premiata, prova ne sia il ‘Rigoletto’ per la regia di John Turturro, realizzato con altri due teatri. Dopo gli anni di crisi, che non sono certo conclusi, abbiamo scelto di rilanciare, cercando di produrre spettacoli di altissima qualità. Scelta che ha pagato in termini di crescita artistica. Abbiamo attraversato anni complicati, non è stato facile. Ma forse siamo fuori dal tunnel, abbiamo un coro e un’orchestra che grazie al maestro Gabriele Ferro è adesso di ottima qualità, ma anche un corpo di ballo, e oggi sono pochi i teatri che possono vantarlo”.

“Un teatro più pacifico – ha aggiunto il vicepresidente Leonardo Di Franco – meno contenziosi, meno cause, con un risparmio notevole”. Illustrata dal consigliere d’amministrazione Anna Sica l’intesa con l’Università che coinvolge le facoltà di Economia e Ingegneria gestionale. Daniele Ficola, membro del CdA del teatro, ha posto l’accento sul ruolo del Conservatorio Scarlatti, dei concerti e dei giovani cantanti che si esibiscono nel teatro cittadino. Presenti anche il sindaco Orlando, presidente della Fondazione, il vicepresidente della Regione e assessore all’Economia Gaetano Armao, la neo direttrice del Biondo, il teatro stabile di prosa del capoluogo siciliano, Pamela Villoresi, cui Orlando ha chiesto di riproporre il grande spettacolo portato a Palermo da Pina Bausch e anche un festival a lei dedicato, a 10 anni dalla scomparsa: “Le chiedo un festival per tre anni – ha detto Orlando – poi me ne andrò”.

Categorie
cultura
Facebook

CORRELATI