Telecamere di sorveglianza davanti ai Pronto Soccorso di “Villa Sofia” e del “Cervello”

Telecamere di video sorveglianze ai Pronto Soccorso degli ospedali palermitani di Villa Sofia e Cervello che fanno capo alla stessa azienda sanitaria.

È un passaggio importante nell’ottica della sicurezza considerati i tanti gravi episodi di aggressione ai medici che si sono registrati negli ultimi tempi nell’aree di emergenza urgenza dove spesso il personale medico degli ospedali si trova a dover fronteggiare la rabbia – spesso immotivata – di chi è costretto ad aspettare il proprio turno o ritiene di non ricevere un servizio adeguato alle attese.

Il nuovo servizio di videosorveglianza – dice una nota dell’azienda ospedaliera guidata da Walter Messina – è “a tutela di lavoratori, utenti e visitatori delle due aree di emergenza che registrano afflussi annui di utenza elevati, circa 55 mila a Villa Sofia e circa 35 mila al Cervello e dove negli ultimi anni non sono mancati atti di violenza nei confronti del personale”.

Dodici video camere a Villa Sofia e dieci al Cervello controlleranno aree di entrata ed uscita, corridoi principali, ma anche sale visite e shock room. Il servizio è fornito dalla ditta Mondialpol Security che già assicura la vigilanza armata nei due Pronto soccorso.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI