Terremoto nel Catanese, la scossa più forte registrata a sei km da Motta Sant’Anastasia

Forte terremoto nel Catanese. Durante la serata di giovedì 23 dicembre, e fino alla mattina del 24, ben sei scosse sono state registrate dall’Ingv con epicentro a Motta Sant’Anastasia: l’ultima, finora la più forte e la più spaventosa, è stata rilevata alle 22.33 ed è stata di magnitudo 4.3. È stata registrata a 6 km dal Comune della provincia di Catania e a una profondità di undici chilometri.

Le precedenti cinque erano state registrate a partire dalle 21,34, di magnitudo 2.4, l’altra, due minuti dopo, di magnitudo 2.9; ancora una alle 21.38 di magnitudo 3.3, poi alle 21.40 di magnitudo 2.4 e la penultima, alle 22.01, di magnitudo 2.9. E lo sciame sismico ha continuato ad interessare la zona di Motta Sant’Anastasia con un’altra decina di scosse registrate dall’Ingv, di energia compresa tra 1.6 e 2.8 di magnitudo.

Nessuna segnalazione risulta pervenuta ai Vigili del Fuoco, non ci sarebbero danni a cose o persone e non ci sarebbero feriti. Le scosse più consistenti sono state nitidamente avvertite da Catania a Siracusa, ma anche a Ragusa, oltre che in molti comuni della provincia etnea. La Soris della sala emergenze della Protezione Civile regionale ha già fatto una ricognizione telefonica di tutti i sindaci del comprensorio di Motta Santa Anastasia.

COVID, NUOVE MISURE RESTRITTIVE: MASCHERINE ANCHE ALL’APERTO, GREEN PASS VALIDO 6 MESI

INCIDENTE AD AGRIGENTO, UN RAGAZZO DI 18 ANNI MUORE DOPO ESSERE STATO INVESTITO

CANALE PASSO DI RIGANO A PALERMO: IN GARA I LAVORI SUL “TAPPO” DELLA CIRCONVALLAZIONE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI