“Tesoro” all’estero: chiesto il rinvio a giudizio per Genovese e otto suoi familiari

Il Gup ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex parlamentare del Pd poi passato a Forza Italia Francantonio Genovese, otto suoi familiari e una sua società per violazioni fiscali, con la cancellazione invece delle accuse di riciclaggio, nell’ambito dell’udienza preliminare per il ‘tesoro’ che sarebbe stato nascosto all’estero e poi importato in Italia.

Rinviati a giudizio oltre a Francantonio Genovese il figlio Luigi, attuale parlamentare regionale, la moglie Chiara con le sorelle Rosalia ed Elena Schirò e gli altri familiari Marco Lampuri, Franco Rinaldi, Daniele Rizzo e la società L&G.

Secondo l’accusa Genovese avrebbe portato in Italia un ingente patrimonio esportato prima all’estero e poi, in parte rientrato in Italia dopo aver ‘attraversato’ società diverse e in parte intestate a familiari.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI