Test sierologici, si parte il 4 maggio. Arcuri: “Primi riscontri entro una settimana”

Il commissario straordinario dell’emergenza, Domenico Arcuri, ha annunciato che il 4 maggio partiranno i test sierologici a livello nazionale su un campione di 150mila persone. L’azienda vincitrice del bando offrirà gratuitamente i test.

“Questa mattina abbiamo concluso la gara, 4 giorni prima del tempo e solo 9 giorni dopo la richiesta del governo” ha detto Arcuri. 72 le aziende che hanno partecipato.

“I test – ha spiegato ancora Arcuri – li distribuiremo alle varie regioni in funzione della popolazione e delle categorie e sui campioni Istat e Inail. Vedremo su 150mila persone quali saranno i risultati e cercheremo di trovare il prodotto di frontiera. Avremo i primi riscontri entro una settimana”. Arcuri ha anche spiegato che “non esiste al mondo un test che dà il 100% del responso, noi avevamo messo alla base della gara un risultato che fosse pari al 95%, per chi se lo è aggiudicato è superiore al 95% e confidiamo che sia un test assai importante”.

Poi Arcuri ha parlato delle mascherine: “Siamo pronti a distribuire tutte le mascherine che serviranno per gestire la fase 2. Le Regioni hanno, ad oggi, 47 milioni di mascherine nei magazzini. È stato siglato un accordo con 2 imprese italiane per realizzare 51 macchinari che produrranno tra 400 e 800mila mascherine al giorno. Arriveremo presto a produrre almeno 25 milioni di mascherine al giorno”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI