Totò Antibo sta meglio: “Me la sono vista brutta, ma non mollo mai. Grazie a tutti”

Migliorano le condizioni di Totò Antibo. La leggenda del mezzofondo italiano da mercoledì è ricoverato presso l’ospedale Civile di Palermo per un’embolia polmonare. Il 59enne siciliano, dopo le prime allarmanti indicazioni, ha risposto alle telefonate dei familiari più stretti e degli amici più cari.

Me la sono propria vista brutta, ma credo di aver vinto anche stavolta. Io non mollo mai”, ha rassicurato Totò che ora dovrebbe essere trasferito dal reparto di terapia intensiva. Il nipote Andrea dice: “Ci informano che lo zio sta molto meglio, risponde bene alle cure, sta iniziando a respirare autonomamente e a breve lo trasferiranno nel reparto di cardiologia. Totò ci tiene a ringraziarvi tutti per i messaggi ricevuti e per l’affetto che dimostrate nei suoi confronti”.

Andrà monitorato – spiega il professor Oriano Mecarelli, che lo ha in cura dal 2006 per la sua grave forma di epilessia – ma non è grave. E, per favore, chiariamo una cosa: l’intervento al quale lo abbiamo sottoposto il 5 febbraio a Germaneto, in provincia di Catanzaro, per impiantargli uno stimolatore che limitasse la sua malattia di base, nulla ha a che vedere con quello che gli è accaduto ora”.

MESSINA, ARRESTATI DUE “CORRIERI” DELLA DROGA

MAFIA, ARRESTATO MENTRE CHIEDE IL PIZZO A PALERMO

SICILIA IN ZONA ARANCIONE, LE DICHIARAZIONI DI MUSUMECI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI