Traffico di droga Colombia – Sicilia, condanna di 9 anni e 6 mesi per un narcotrafficante

Il Tribunale di Palermo ha condannato per traffico di droga a 9 anni e 6 mesi Giuseppe Baldo Benenati. L’uomo è stato coinvolto nell’inchiesta su un maxitraffico di cocaina tra Colombia e Sicilia.

L’indagine ha accertato l’esistenza di tre organizzazioni criminali che gestivano il commercio degli stupefacenti; tra queste, c’era quella di cui facevano parte l’imputato e i fratelli Michele e Gaetano Gregoli, figli di Salvatore, esponente del clan mafioso palermitano di Santa Maria del Gesù.

Gli accertamenti degli inquirenti sono partiti nel 2012, quando un altro esponente dell’organizzazione, Giuseppe Palermo, processato separatamente, tornò in Sicilia da Bogotà. Ad aspettarlo in aeroporto c’era un componente della famiglia Gregoli. Pochi giorni dopo sono giunti in città i corrieri colombiani: Juan Carlos Suaza Lizcano e Luis Guillermo Alvarado.

In un incontro con Benenati sarebbe stato concluso l’accordo per l’arrivo di un carico di cocaina liquida che doveva essere poi raffinata a Palermo. I Carabinieri hanno scoperto anche il casolare utilizzato per la raffinazione: all’interno sono state trovate una serra di marijuana, cocaina, eroina, e tutto ciò che serviva per lavorare la droga.

CORONAVIRUS E OSPEDALI: LA SICILIA CORRE AI RIPARI

CORONAVIRUS, I DATI DEL 22 OTTOBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI