Tram a Palermo, dibattito pubblico alla Zisa: “Serve attivare un cambio culturale”

Circa 500 persone (in presenza e collegate on line) hanno partecipato oggi pomeriggio, giorno 20 settembre, presso il cinema De Seta ai Cantieri culturali della Zisa al dibattito pubblico “Il Tram a Palermo: tempi, costi, opportunità. Domande e risposte”, nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità. All’incontro, organizzato con la collaborazione gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti della città di Palermo, sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania.

Voglio esprimere grande apprezzamento per questa importante occasione di confronto con la città – ha detto il sindaco Leoluca Orlando -, pienamente inserita nel circuito della Settimana europea della mobilità. E il tram, tema centrale di oggi, rappresenta in questo senso la bandiera della trasportistica palermitana. È strumento straordinario di rigenerazione urbana e recupero urbano. Palermo ha fatto una scelta quando ha deciso di avviarsi verso un cammino di mobilità sostenibile e il tram attiene ad una dimensione che riguarda la qualità della vita e del territorio che spinge alla riqualificazione urbanistica e dell’edilizia. Questo è un modo per attivare un cambio culturale. Le quattro linee di tram finora realizzate hanno migliorato le vie attorno alle quali passano. Ha rotto, inoltre, la separatezza tra centro e periferia, ha rafforzato la dimensione comunitaria della città. L’obiettivo di questa amministrazione, con la realizzazione delle nuove linee, è quello di continuare a costruire futuro per la città“.

“Abbiamo organizzato questo confronto pubblico – ha commentato l’assessore Giusto Catania – per spiegare tre punti fondamentali della progettazione delle nuove linee Tram a Palermo: il primo riguarda la valenza democratica del progetto che permettendo a tutti i cittadini di raggiungere qualunque zona della città abbatte, di fatto, la differenza sociale e geografica tra la periferia ed il centro della città. Il secondo è centrato sulla valenza trasportistica ed economica con il progetto che ha avuto tutti i pareri positivi da parte degli organi preposti ponendosi come il più adeguato dei mezzi di trasporto cittadino ed incassando anche il parere favorevole del Ministero delle Infrastrutture ed infine c’è la valenza ambientale perché la costruzione delle nuove linee prevede la riduzione non indifferente di emissioni inquinanti nella nostra città”.

Di seguito l’elenco delle personalità intervenute:

Leoluca Orlando, Sindaco della città di Palermo
Giusto Catania, Assessore alla Mobilità
Selima Giuliano, Soprintendente per i Beni Culturali di Palermo
Iano Monaco, Presidente Ordine degli Architetti Pianificatori – Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Palermo
Vincenzo Di Dio, Presidente Ordine degli Ingegneri di Palermo
Michele Cimino, Presidente di AMAT Palermo s.p.a.
Aurelio Angelini, Presidente della Commissione tecnica VIA/VAS della Regione Siciliana
Marco Ciralli, RUP del Nuovo Sistema Tram
Roberto Biondo, Responsabile U.O. “Progettazione e Pianificazione” del Servizio Mobilità Urbana del Comune di Palermo
Ruggero Cassata, Progettista del nuovo sistema Tram
Luigi Costalli, Collaboratore del gruppo di lavoro progetto tram
Giuseppe Genovese, Gruppo di lavoro del nuovo sistema Tram
Marco Pellerito, Direttore dell’Esercizio Tranviario. AMAT Palermo S.p.A.

TRAM, DI DIO: “IL COMUNE SI SOTTRAE AL CONFRONTO CON LE IMPRESE”

TRAM A PALERMO, IL COMUNICATO DEI SINDACATI: “CONTENTI PER I PASSI AVANTI”

ESTORSIONI E USURA NEL PALERMITANO: 10 ARRESTI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI